Le migliori cose da fare a Rodi: cosa non puoi assolutamente perdere

Rodi è una spettacolare isola greca, che offre tantissime esperienze: qui infatti, i turisti hanno a disposizione sia attività divertenti che culturali e, mischiandole, non è possibile annoiarsi! Rodi riesce a soddisfare le esigenze di tutti i viaggiatori: da aree boschive, splendide spiagge, antiche chiese e castelli… ogni visita dovrebbe mettere insieme qualcosa di culturale con qualcosa di rilassante!

Per godere a pieno del soggiorno a Rodi, trovate qui 7 suggerimenti per sfruttare al meglio il vostro tempo!

Cosa troverai in questo articolo

La Città Medievale

Città Medievale di Rodi

La città medievale di Rodi è una delle città medievali che si sono conservate meglio, e offre ai turisti di tutto il mondo un’atmosfera magica, che permette di fare un tuffo nel passato e ripercorrere molti secoli. I moderni negozi, le taverne, i locali e le caffetterie sono inserite in una cornice unica: la città, riconosciuta dall’UNESCO come Patrimonio Culturale dell’Umanità, ospita numerosi edifici e testimonianze di diversi periodi storici che vanno dall’occupazione dei Cavalieri di San Giovanni al periodo Ottomano e a quello della colonizzazione Italiana del Dodecaneso.

Una visita alla città medievale, situata all’interno della possente cinta muraria, è consigliata in qualsiasi momento della giornata per una visita culturale, una passeggiata, un giro di shopping per i negozi, o per una cena o un aperitivo: la cornice inusuale renderà indimenticabile la permanenza.

Mandraki

Mandraki, Rodi

Mandraki è il porto turistico principale di Rodi, una tappa da visitare anche solo per ripercorrere con la fantasia una parte importante della storia della città: la leggenda narra, infatti, che le due colonne all’entrata sorreggessero il Colosso. Si trova in una zona centrale della città e colpisce per il senso di imponenza e grandezza. Oggi il porto di Mandraki, con le sue moderne attrezzature, è un luogo di sosta per gli yacht che visitano Rodi.

Lindos

La città di Lindos è un sito archeologico noto per le acropoli sulle scogliere, che presentano porte monumentali del IV secolo. Sopra un tempio più antico è possibile visitare il Tempio di Atena Lindia, mentre sul livello inferiore del sito si trova il Castello dei cavalieri di St. John, (XIV secolo circa).

La Valle delle Farfalle

La Valle delle Farfalle è un paradiso verde, in cui la scena è dominata da fiumi, piccole inesauribili cascate, alberi e fiori. Un rilassante sogno a occhi aperti per i turisti: nel periodo estivo è possibile anche ammirare milioni di farfalle, che attratte da una resina particolare, sono attratte in questa valle. L’esperienza è suggerita specialmente nei mesi di luglio e agosto!

Le Sorgenti di Kallithea

Situata a 10 km da Rodi, sulla costa nord, è possibile trovare Kallithea, le cui sorgenti sono una delle tappe imperdibili dell’isola.

Questa area era conosciuta dai greci, fin dall’epoca dell’Esapoli Dorica ma le sue sorgenti diventarono famose solo dal 1922, quando gli italiani occuparono Rodi. Mario Lago, governatore delle isole Egee italiane, intraprese una serie di azioni per migliorare lo stile di vita degli italiani a Rodi, e, tra le altre iniziative ordinò un’analisi delle acque di Kallithea per determinare la loro purezza e i benefici terapeutici. Nel 1927 venne progettato un complesso termale, che venne inaugurato il primo luglio 1929. 

L’eleganza del complesso lo rende ancora oggi una location perfetta per le occasioni importanti, come feste e matrimoni: è caratterizzato infatti da uno stupendo ingresso coperto, terrazze esotiche, mosaici in pietra e i cortili. 

Il contesto naturale delle Sorgenti di Kallithea è in una posizione particolarmente fortunata: si trova in un ancoraggio della Baia di Kallithea, in un’area ricca di vegetazione che migliora l’esperienza termale.

Il Monastero di Tsambika

Su una collina sul versante est di Rodi si trova il monastero di Tsambika, che merita una visita anche solo per ammirare le bellissime vedute della costa e un’icona religiosa che, secondo la tradizione, può garantire la fertilità. 

Letteralmente, Panagia Tsambika significa “La Vergine Maria della scintilla”; il monastero a lei dedicato è un esempio di architettura religiosa ortodossa, visitabile da chiunque, al cui interno si trovano opere d’arte di carattere religioso e un’importante icona della Vergine Maria.

Il Bosco delle Sette Sorgenti

Il Bosco delle 7 sorgenti, Rodi
Nikater, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Questa area boschiva è una delle più belle di Rodi e, come suggerisce il nome, ospita sette sorgenti che si riversano in un piccolo lago, al quale si accede attraverso un tunnel di poco più di 150 metri e un’immensa varietà di fauna. I camminamenti e i sentieri che percorrono l’intera area consentono di addentrarsi nel verde del bosco: ponti di legno e passatoie sono state costruite per facilitare la passeggiata, ed in molti vi si addentrano alla ricerca del punto d’origine delle sorgenti.

Il paesaggio unico, la quiete e la bellezza della zona rendono questa escursione una delle più spettacolari da fare a Rodi.

Tutte le esperienze di questo articolo

Le attrazioni di Rodi non finiscono qui.

Per scoprirle tutte visitate wannaticket.net!

Iscriviti alla nostra newsletter

Rimani aggiornato sulle novità wannaticket e ricevi tanti altri vantaggi!

Cliccando sul tasto “Iscriviti” accetti la nostra Privacy Policy.